Percorsi e mappe mountain bike del Casentino - I LOVE CASENTINO, GUIDA TURISTICA

Logo di Logica Comunicazione
Registrato
Vai ai contenuti
CASCATE DEL FOSSO ABETIO
Tipo di percorso: MTB
Difficoltà percorso: Media
Tempo di percorrenza: 4:30 ore
Distanza: 59 km, Dislivello: 1440 m
Punto più alto: Quota 1460 m
Partenza: Piazza Ponte Poppi o Stia
Arrivo: Ponte a Poppi o Stia

  Si parte da piazza Garibaldi a Ponte a Poppi, ci immettiamo nella strada statale della Consuma, passiamo la prima rotonda e percorriamo circa 11 km fino ad arrivare a Stia per poi iniziare l ascesa in direzione passo della Calla attraversando Papiano e Gaviserri, dove percorsi alcuni km di strada provinciale del Bidente, svoltiamo ed andiamo ad affrontare un caratteristico percorso tecnico all’ interno del parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, passando per Ponte alla Fabbrica, Imposto, Campamoli fino ad arrivare alla Fonte di Calcedonia(sulla via che da Stia raggiunge Campigna), la quale sgorga acqua freschissima durante tutto l'anno.
 Dalla fonte di Calcedonia proseguiamo per una ampia strada carrabile fino ad arrivare al valico del passo della Calla, da cui andremo ad immetterci nel sentiero delle Cullacce, nr 241, che fin dal primo km vi immergerà nel fulcro del Parco Nazionale delle foreste Casentinesi, a poche centinaia di metri dalla Riserva naturale integrale Sasso Fratino.
  Proseguiamo attraverso il sentiero delle Cascate del Fosso Abetio 241 e 245 fino ad arrivare in loc. Campigna per poi arrivare in Loc. Burraia seguendo il sentiero 251 e successivamente il 253.

LA FONTE DI CALCEDONIA
Tipo di percorso: MTB
Difficoltà percorso: Media
Tempo di percorrenza: 3:30 ore
Distanza: 57 km
Dislivello: 1280 m
Punto più alto: Quota 1180 m
Partenza: Piazza Ponte Poppi o Stia
Arrivo: Ponte a Poppi o Stia
Principali località attraversate:
Poppi - Stia -  Castello di Romena
 Si parte da piazza Garibaldi a Ponte a Poppi, ci immettiamo nella strada statale della Consuma, passiamo la prima rotonda e percorriamo circa 11 km fino ad arrivare a Stia.
 Attraversato il paese saliamo seguendo le indicazioni per il Castello di Romena,dopo 500 m circa, svoltiamo a destra in direzione Campolombardo dove inizieremo a percorrere una ampia strada bianca carreggiabile che lasceremo poco dopo per immetterci in un veloce Single track il quale ci porterà in loc. le Molina. Rientrati nella strada provinciale Stia-Londa, ritorniamo a Stia e iniziamo a salire nuovamente in direzione passo della Calla, dove percorsi alcuni km di strada provinciale del Bidente, svoltiamo ed andiamo ad affrontare un caratteristico percorso tecnico all’ interno del parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, passando per Montemezzano e Aia di dorino, seguendo il sentiero n 8 fino ad arrivare alla Fonte di Calcedonia (sulla via che da Stia raggiunge Campigna), la quale sgorga acqua freschissima durante tutto l'anno.
  Dalla Fonte di Calcedonia, rientriamo a Stia percorrendo nuovamente la strada del Bidente con la possibilita’ di effettuare alcuni passaggi fuori strada gia percorsi durante l’ ascesa.
LA VIA DEL CASTAGNO
Nome percorso: La Via del Castagno
Tipo di percorso: MTB
Difficoltà percorso: Bassa
Tempo di percorrenza: 2:00 ore
Distanza: 29 km
Dislivello: 670 m
Punto più alto: Quota 790 m
Partenza: Piazza Ponte Poppi
Arrivo: Ponte a Poppi
Principali località attraversate: Poppi, Ortignano Raggiolo, Fronzola

 Si parte da piazza Garibaldi a Ponte a Poppi, ci immettiamo nella strada statale della Consuma, passiamo la prima rotonda e poco dopo giriamo a sinistra in direzione Soci e successivamente dopo 200 mt subito a destra verso Memmenano. Percorriamo per 500 m la vecchia strada Statale e svoltando a sinistra pedaleremo per 4-5 km all’ interno di una strada carrabile immersa completamente da una suggestiva pineta.
  Arrivati a Bibbiena, proseguiamo in direzione San Piero passando per la prima pista ciclabile realizzata in Casentino. Terminata la ciclabile continuiamo in direzione Ortignano Raggiolo, dove affronteremo un caratteristico percorso “le Vie del Castagno”, che ci portera’ fino all’ interno del borgo passando per lo storico Mulino, dove troveremo il Museo della Castagna, che mostra tutte le fasi di raccolta e trasformazione di quello che nel passato era un vero e proprio sostituto del pane. Il museo prevede una parte principalmente didattica, attraverso i vari ambienti, e una laboratoriale, in cui si possono manipolare gli ingredienti scoperti precedentemente. Da qui ci dirigiamo in loc. Quota, un piccolo borgo caratteristico delle vallate Casentinesi che raggiungeremo percorrendo il sentiero del Vecciale, per poi proseguire fino a Fronzola, dove sulla sommità del colle che sovrasta Poppi a mezzogiorno, ad un'altezza di circa 600 metri, si trovano i resti del formidabile castello medioevale e di una muratura più antica, forse di epoca etrusca o romana.
POPPI - CAPO D’ ARNO
Tipo di percorso: Mtb
Difficoltà percorso:  medio bassa
Tempo di percorrenza: 4:00 ore
Distanza: 49 km
Dislivello: 1239 m
Punto più alto: capo d’ Arno
Partenza: Poppi o Montalto
Arrivo: Poppi o Montalto
Principali località attraversate: Poppi – Montalto – Montelleri – Lago degli idoli – Monte Falterona(capo d’ Arno) – Porciano

   Il percorso ha partenza da Ponte a Poppi , si prosegue per la strada provinciale in direzione Pratovecchio e successivamente Stia. Da qui seguiamo le indicazioni per la Calla, dove dopo 3 km svoltiamo a sinistra in direzione Papiano, fino ad arrivare in loc. Montalto.

  Inizieremo a pedalare all’ interno del parco nazionale delle foreste Casentinesi fino ad arrivare a Montelleri, e successivamente al lago degli Idoli, un rilevante sito archeologico dove sono state rinvenute numerose statuette prevalentemente di origine etrusca, ma anche greco/ellenistica e romana.

  Da qui, pedaleremo 2 km in uno scorrevole single track che ci porterà fino a quota 1358 metri, dove si trova una sorgente (detta Capo d'Arno), considerata l'origine del fiume omonimo, nonché maggior corso d'acqua toscano. Da qui iniziamo la discesa lunga 6 km che ci porterà fino a Porciano e poi nel centro abitato di Stia, da cui rientreremo a Poppi seguendo la strada provinciale.
SENTIERO NATURA
Nome percorso: SENTIERO NATURA
Tipo di percorso: MTB
Difficoltà percorso: Media
Tempo di percorrenza: 3:00 ore
Distanza: 31 km
Dislivello: 1040 m
Punto più alto: Camaldoli
Partenza: Poppi
Arrivo: Poppi
Principali località attraversate: Poppi - Camaldoli – Zoo di Poppi

  Si parte da Ponte a Poppi in direzione Soci, si segue la strada provinciale dei Guazzi fino ad arrivare a Partina, dove, dopo circa 3 km in loc. Castagnoli, si lascia la strada principale e si intraprende una mulattiera facilmente percorribile, che attraversando l agriturismo di Camalda vi portera’ fino alle mura del Monastero di Camaldoli, il quale fin dai primi anni della sua esistenza è stato un luogo aperto all’accoglienza di ospiti e pellegrini.
  Nel secolo scorso, in particolare dal Concilio Vaticano II in poi, lo spazio per l’accoglienza degli ospiti (Foresteria) è stato ristrutturato e sono sorte nel tempo proposte di formazione culturale e spirituale, che costituiscono uno dei principali impegni dei monaci della Comunità che vivono al Monastero.
  Caratteristica fondamentale dell’accoglienza in Foresteria è la promozione del dialogo a livello religioso, spirituale e culturale. Dopo una breve sosta volta ad ammirare lo stupendo paesaggio si riprende in direzione Montanino, dopo solo 1 km si svolta a destra sulla strada provinciale dell Eremo, da cui accederemo facilmente al Sentiero Natura, un percorso incontaminato percorribile esclusivamente in mtb e a piedi che ci riportera’ esattamente ai piedi del Monastero.
  Effettuato questo piccolo anello ci dirigeremo di nuovo in direzione Montanino e successivamente Moggiona, con la possibilita’ di arrivare in loc. Avena attraverso il sentiero passante per lo storico mulino, oppure per la strada principale 67, dove dopo poche centinaia di metri girando a sinistra potrete tornare al punto di partenza costeggiando le aree verdi e i boschi dello Zoo di Poppi.
MTB percorso lungo città di poppi
Percorso lungo
Tipo di percorso: MTB
Difficoltà percorso: Medio/alta
Tempo di percorrenza: 3:30 ore
Distanza: 44 km
Dislivello: 1600 m
Punto più alto: Croce Pratomagno 1450 m
Partenza: Centro storico Poppi
Arrivo: Poppi
Principali località attraversate: Poppi, – Castello di Fronzola – Pratomagno – San Torello
  Impegnativo ma estremamente rilassante, questo itinerario completamente pedalabile ci immerge fin dal 5° km all’ interno delle splendide foreste casentinesi.
  Si parte da Poppi, piccolo borgo medioevale noto per lo storico Castello dei Conti Guidi, usciti dalle mura ci immettiamo in via colle ascensione e ci dirigiamo verso il Golf club Casentino dove a poche centinaia di metri sulla destra possiamo osservare lo storico castello di Fronzola.
  Proseguiamo fino a Larniano e da qui svoltiamo a sinistra nel sentiero “la Docciolina”, il punto più impegnativo di tutto il percorso fatto di scogli e salite insidiose. Rientrati nella strada principale proseguiamo alcuni km prima di immetterci in dei percorsi demaniali, (accessibili soltanto in mtb e a piedi) fino ad arrivare alla Croce del Pratomagno, uno storico monumento in ferro, inaugurato nel 1928 e visibile da tutta la vallata casentinese. Sulla cima del Pratomagno, proprio a ridosso della croce, si schiantò il trasvolatore ed eroe della prima guerra mondiale Herbert John Loub Hinkler. Da qui scendiamo attraverso Poggiomoro e arriviamo in loc. Quorle dai cui attraverso un veloce single track si giunge facilmente fino a Becarino da cui in pochi minuti passando per la famosa chiesa di San Torello si rientra facilmente al punto di partenza.
STRACCABIKE
Tipo di percorso: MTB
Difficoltà percorso: Alta
Tempo di percorrenza: 4:00 ore
Distanza: 56 Km
Dislivello: 1800 m
Punto più alto: Sentiero dei Fascisti
Partenza: Pratovecchio
Arrivo: Pratovecchio
Principali località attraversate: Castello di Romena – Castello di Porciano – Chiesa di Montalto
  Si parte dal centro abitato di Pratovecchio e si prosegue per la strada principale fino a Stia, da qui ci immettiamo nella salita asfaltata lunga circa 4.5 km fino alla svolta verso l’affascinante castello di Romena di cui resta in piedi ad oggi il mastio, la postierla, la torre della prigione e il cassero.
 Da qui si prende la breve discesa di Fortebranda, vecchia strada che portava al castello che si reimmette su una salita di asfalto di circa 500m. Un percorso di terra bianca e battuta riporterà gli atleti su strada sterrata dopo il bivio per Coffia facendoli spuntare dentro ad un bosco dove li aspetta una salita su terra battuta. Oltrepassata Coffia ci si immette nell’ultimo tratto della discesa di “Casa Dino” con una parte finale molto ripida e tecnica per la presenza di pietre sporgenti. La discesa termina all’abitato di “Casa Dino”
  Il percorso continua con un single track scorrevole, una discesa veloce detta ‘ stroncacavalli’ fino ad un guado che porta all’abitato Le Mulina. Salite in terra battuta e discese scorrevoli presso i piani di Porciano, fino ad un single track adrenalinico (km 21,53) reimmetteranno i bikers nella forestale che conduce a Papiano, dopo 1,5 km di asfalto, si affronterà uno stupendo tratto in pineta, tagliato da single track fino al fiume Oia, guadato il quale, inizia la salita più importante e impegnativa del percorso: il Tufone.
 Passata questa, affronteremo il Sentiero dei Fascisti, lungo 2,5 km e molto impegnativo. Con una contropendenza a sinistra e con il solo spazio necessario per il passaggio di una bicicletta richiedendo molta prudenza e tecnica. E poi di nuovo nella forestale verso il fiume Oia dopo il quale inizia l’ultima salita, non troppo dura, che porta fino al passo Bocca Pecorina, da qui si inizia una lunga e impegnativa discesa di 12 km che ci riportera’ fino al centro abitato di Pratovecchio passando dalla storica Chiesa di Montalto.
CASENTINOBIKE
Nome percorso: CASENTINOBIKE
Tipo di percorso: MTB
Difficoltà percorso: Alta
Tempo di percorrenza: 4:00 ore
Distanza: 56 km
Dislivello: 1740 m
Punto più alto: Santuario la Verna 1020 m
Partenza: Bibbiena zona centro commerciale
Arrivo: Bibbiena zona centro commerciale
Principali località attraversate: Santuario La Verna

 L’itinerario ha inizio dal parcheggio del centro commerciale di Bibbiena, da qui percorriamo per 4 km la strada regionale 71, arrivati in loc. Corsalone svoltiamo a sinistra in direzione Lappola, dove inizieremo a percorrere una strada carrozzabile per circa 20 km attraverso il paese di Sarna per poi arrivare al Santuario della Verna, dove San Francesco passò parte della sua vita. Arrivati alla verna si percorre la salita della Beccia, uno storico sentiero lastricato con pendenze a dir poco estreme che ci immette direttamente all’ interno del santuario.
  Da qui si prosegue fino al monte Calvano, il punto più alto dell’ escursione situato a 1254 m s.l.m. da cui attraverso strade forestali si arriva fino a Rimbocchi, dove dopo 2 km circa, rientrando verso Bibbiena si gira a destra verso la loc. di Pezza e attraverso un percorso facilmente pedalabile si arriva fino a Partina, da cui seguendo l argine del fiume Archiano si rientra nel centro abitato di Bibbiena.
P.iva: 02242830517
Condividi la tua pagina su >
Privacy Policy
Logout
Torna ai contenuti