Ceramiche Artistiche Tapinassi, Castel San Niccolò in Casentino AR - I LOVE CASENTINO, GUIDA TURISTICA

Logo di Logica Comunicazione
Registrato
Vai ai contenuti
Ceramiche Artistiche Tapinassi
Via Case Sparse, 9
Borgo Alla Collina
52018 Castel S. Niccolò AR
P.IVA 01163520511
   Ceramiche Tapinassi nasce nel lontano 1954 ad opera di Gino Tapinassi.
  La produzione di ceramica toscana dell’Azienda è caratterizza fin dall’inizio dal valore artistico ed estetico e dal profondo legame con la cultura, la storia e la tradizione del Casentino, terra affascinante e di singolare bellezza.
  Con l’ingresso della moglie e dei tre figli Otello, Antonio e Valter, Ceramiche Tapinassi diventa una Azienda a conduzione familiare e successivamente una S.n.c..
  Nel 1985 inizia la fase di automazione con l’acquisizione di moderni macchinari quali spruzzatrici, tuffatrici e forni a muffola.
Nel 1988 a fianco al vecchio laboratorio nasce la nuova fabbrica di 1200 Mq. dotata di un ampio magazzino.
  Oggi a distanza di oltre cinquant’anni, con lo stabilimento produttivo e l’ampio Officina del Gusto, Ceramiche Tapinassi è una Azienda moderna saldamente legata alle proprie origini e alla tradizione della ceramica toscana, in grado di produrre dal singolo oggetto, di elevato pregio artistico, realizzato in maniera del tutto artigianale, a grossi quantitativi di articoli destinati alla grande distribuzione.

   Ceramiche Tapinassi è una azienda artigiana che da oltre cinquant’anni produce ceramica artistica di qualità secondo la grande tradizione della ceramica toscana.
   La ceramica prodotta dall’azienda si caratterizza principalmente per il tipo di decorazione.
Da un lato la riproduzione di opere di artisti quali Caravaggio, Michelangelo, Piero della Francesca; dall’altro la raffigurazione di luoghi e architetture della meravigliosa Vallata del Casentino come La Verna, l’Eremo di Camaldoli, il Castello di Poppi, il Castello e la Pieve di Romena, a tal proposito produciamo rivestimenti personalizzabili che si adattano ai casali caratteristici della nostra vallata.
La produzione aziendale si basa su una vasta gamma di articoli per la tavola come piatti, pirofile e vassoi; per l’arredo della casa come piatti e pannelli da muro, vasi di ogni genere; per l’arredo di esterni e giardini come orci, fontane, tavoli e fioriere.
   Profondo il legame dell’Azienda con il territorio, la splendida Valle del Casentino, una terra nobile ricca di storia, arte e cultura, fonte di incessante ispirazione e luogo da valorizzare e raccontare.
   Il rispetto dell’ambiente è dunque una priorità per Ceramiche Tapinassi che vi presta particolare attenzione. Tramite un impianto filtropressa gli smalti usati vengono infatti recuperati e riutilizzati in successive smaltature o cotti a 980° con produzione di pezzi unici.
   Dopo oltre mezzo secolo di attività e di esperienza costruita con incessante lavoro e fervida passione Ceramiche Tapinassi rappresenta oggi una solida realtà nel panorama delle Aziende produttrici di ceramica toscana con il proprio stabilimento e con Officina del gusto, uno spazio aperto al pubblico, dove acquistare oggetti in ceramica e prodotti tipici del Casentino e della Toscana.

Creazione
  La creazione dei nostri prodotti avvengono esclusivamente a mano, tale processo è necessario per dare la forma alla creta ancora umida per creare l’oggetto. Il nostro laboratorio, vista la grande esperienza usa tecniche come colombino, lastra, tornio stampi etc.
Successivamente l’oggetto viene sottoposto al processo dell’essiccazione, il manufatto viene rifinito, spugnato e messo in forno per la prima cottura a 1000 gradi, questa è la fase della “biscottatura”.
Smaltatura
   In questa fase, il biscotto viene spolverato con aria compressa per eliminare residui di polvere che possono compromettere l’aderenza dello smalto, quindi si procede alla smaltatura della superficie che può essere realizzata ad immersione o a spruzzo. Appena asciutti gli oggetti in ceramica artistica sono pronti per la fase di decorazione o, in caso non necessitino di decoro, per il forno.
Decorazione
   Il pittore decora colore dopo colore l’oggetto fino al completamento del disegno. I colori consistono di ossidi di metallo addizionati con sostanze fondenti che li rendono fusibili alla temperatura di 940 °C.
Cottura
   Gli oggetti vengono posizionati con cura sui carrelli del forno onde evitare che rimangano a contatto gli uni con gli altri e che si saldino assieme. Al termine della cottura, che necessita di un ciclo di 18 ore tra salita e discesa e una temperatura di 940°, gli oggetti presentano la classica superficie lucida con colori brillanti.

Mappa
Lascia qui la tua recensione, "grazie"

Nessun commento
PRIVACY E POLICY DI QUESTA PAGINA
P.iva: 02242830517
Condividi la tua pagina su >
Privacy Policy
Logout
Torna ai contenuti